“Lascia la scia” è un mutamento, una perturbazione temporanea, che passa e che lascia il segno, così come il tema sui cui ci siamo concentrate, quello dell’architettura temporanea; è una scia che punta in alto, come la scia di un aereo, di una barca, non sai dove porta ma sai per certo che ti porterà a nuove scoperte”.

Il link all’intervista qui: http://www.notonlymagazine.it/intervista-a-lascia-la-scia/

Da leggere tutta d’un fiato 😉